Design Thinking

Cos’è

É un approccio sistematico al problem solving che parte dai clienti. I suoi 3 pilastri sono:

1. Empatia

La capacità di generare “Empatia” tra professionista e cliente è il requisito base di questo approccio, per via della necessità di comprendere bene, preliminarmente, il punto di partenza reale, sfide e opportunità dei clienti, sia da un punto di vista razionale sia emozionale; senza questa comprensione non si possono generare soluzioni davvero significative.

2. Invenzione

Sul primo pilastro si innesta il processo di “Invenzione” necessario per creare qualcosa che ancora non c’è e non una nuova versione di qualcosa che già esiste.

3. Iterazione

L’approccio prevede poi un processo iterativo fatto di sperimentazione, attraverso l’uso di strumenti specifici.

L’approccio è particolarmente adatto a trattare temi che:

  • Sono poco definiti

  • Mancano di informazioni per identificare una soluzione possibile

  • Hanno un forte impatto sui bisogni delle persone.

Quali benefici offre

  • Aiutare le aziende a riconoscere le direzioni scelte dai clienti riguardo ai propri bisogni e al modo di soddisfarli.

  • Aiutare manager e collaboratori a sviluppare un efficace mix di pensiero analitico e intuitivo, funzionale a un’evoluzione di approccio e modo di lavorare.

  • Aiutare le organizzazioni a comprendere i bisogni dei vari stakeholders e ridisegnare/adattare l’organizzazione di conseguenza.

  • Aiutare l’organizzazione a sviluppare modi di lavorare basati su teamwork, interdisciplinarietà, collaborazione e talent autonomy.